Transizione ecologica

Approvata in Consiglio dei Ministri la riorganizzazione del Ministero per Transizione Ecologica

Approvato all’unanimità in Consiglio dei ministri il Decreto del Presidente del Consiglio di riorganizzazione del Ministero della Transizione ecologica. “Si tratta di un passo fondamentale per dare piena operatività alla transizione ecologica attraverso l’impiego degli strumenti e delle risorse del PNRR", ha dichiarato il ministro Cingolani.

Clicca QUI per leggere l'articolo completo

G20 Clima ed energia: dai grandi del pianeta arriva il rilancio della missione comune per il clima e la transizione energetica

Siglato a Napoli, in occasione del G20 su clima ed ambiante tenutosi il 22 e 23 luglio, un accordo che vede tutti impegnati a lavorare in modo costruttivo per spianare la strada ad una COP26 di successo e per adottare una serie di risultati ambiziosi ed equilibrati, compreso finalizzare i mandati in sospeso dell'Accordo di Parigi. Dal sito del Ministero per la Trnsizione Ecologia è possibile scaricare tutti i documenti del G20.

Ministero della Transizione ecologica: ecco da dove arriva l’energia che consumiamo in Italia

In occasione del G20 di Napoli su ambiente, clima ed energia, il ministero della Transizione ecologica ha pubblicato l’ultima Relazione annuale sulla situazione energetica nazionale, incentrato su un anno profondamente segnato dalla pandemia: il 2020. Nell’ultimo anno la domanda è stata pari a 143,5 mln di tonnellate equivalenti di petrolio, soddisfatta per tre quarti dalle importazioni. E solo per il 20% dalle fonti rinnovabili.

Cingolani: G20 Energia e Clima, un accordo storico che guarda al futuro e punta alla COP26

“Una società prospera, inclusiva, resiliente, sicura e sostenibile che non lasci indietro nessuno”: così i ministri dell’ambiente e dell’energia dei grandi Paesi della Terra, riuniti dalla Presidenza italiana del G20 a Napoli, in presenza e da remoto, hanno sottoscritto il documento finale su Energia e Clima.

Clicca QUI per leggere l'articolo completo

G20 Ambiente: documento per mantenere l'Accordo di Parigi e destinare quota di fondi post-Covid al clima

Gli elementi più significativi del documento su energia e clima approvato al G20 Ambiente a Napoli sono: destinare una quota rilevante dei fondi per il post-pandemia alla lotta alla crisi climatica, cooperare per la diffusione delle rinnovabili e dell'efficienza energetica, aiutare i paesi più poveri nella transizione ecologica, ma soprattutto, mantenere l'Accordo di Parigi come un punto fermo e continuare a sforzarsi per rispettare i suoi target sul riscaldamento globale.

Il Ministero della Transizione Ecologica pubblica la relazione annuale sulla situazione energetica nazionale

È online la Relazione Annuale sulla Situazione energetica nazionale anno 2020 redatta da un gruppo di lavoro appositamente costituito presso la Direzione Generale per le Infrastrutture e la Sicurezza dei Sistemi Energetici e Geominerari del Ministero della Transizione Ecologica, formato da rappresentanze istituzionali e settoriali.

Clicca QUI per leggere l'articolo completo

G20, Cingolani: "Scegliamo l’ambizione, la transizione non è un pranzo di gala"

“Abbiamo scelto di far prevalere l’ambizione e di lavorare incessantemente a un documento comune tra tutti. Sappiamo bene che la transizione ecologica non è un pranzo di gala, ma non abbiamo alternative che lavorare insieme in un’unica direzione, senza lasciare indietro nessuno”. Così il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani in vista dell'apertura dei lavori del G20 Ambiente, Clima ed Energia, il 22 e 23 luglio a Napoli.